Piatti unici

Crêpes * latte di avena e farina di kamut *

Crêpes ricetta base con latte di avena e farina di kamut

Come vi piacciono le crêpes? Dolci o salate, vuote o farcite?

La ricetta che vi racconto oggi può soddisfare qualunque gusto sia il vostro. L’ho inventate poco tempo fa, quando almeno una volta la settimana la dieta che seguivo prevedeva crêpes in versione…light, chiamiamola così! Dovesse servirvi un’idea in più, vi indico anche come ho preparato la farcitura, così avrete un buon piatto unico in pochi step!

Crêpes ricetta base con latte di avena e farina di kamut

INGREDIENTI (per 1 crêpe)

Per la crêpe:

  • 1 uovo
  • 1/2 bicchiere di latte di avena
  • 1/2 bicchiere di farina di kamut
  • sale

Per il ripieno cotto e verdure:

  • 1 fetta di prosciutto cotto al naturale
  • 5-6 cimette di broccolo lessate
  • 1 melanzana piccola o 1/2 grande
  • 1/3 porro

PROCEDIMENTO

Preparate le verdure! Tagliate il porro finemente, la parte che preferite: più andate verso la base, più sarà dolce; tagliate la melanzana a fettine sottili e sminuzzatela ulteriormente; spezzettate il broccolo. Fate appassire il porro in padella con un pochino di latte di avena, senza olio, poi unitevi le melanzane e per ultimo il broccolo, che comunque è già cotto. Salate e pepate a piacimento e lasciate riposare, magari coperto.

Ecco giunto il momento della crêpe: in una ciotolina sbattete l’uovo con un pizzico di sale e continuando a lavorare con la frusta (la forchetta rischia di lasciare qualche grumetto) unite il latte e infine la farina di kamut, setacciandola. Il preparato avrà una consistenza piuttosto liquida.

Se avete una padella da crêpes è il momento di usarla, altrimenti andrà bene anche una padella qualunque…basta che non sia quella da spaghettate per 10 persone! 😀 Bagnate la padella con un po’ di latte di avena e accendete il fornello a fiamma alta: quando vedrete il latte fumare, abbassate la fiamma e versate in modo uniforme il preparato.

Quando l’impasto inizierà a prendere consistenza (cioè dopo neanche un minuto), iniziate a muovere la padella, in modo che la crêpe si stacchi dal fondo e con un colpo di polso fatela capovolgere! Non è un gesto così eroico, ma vi assicuro che se ci riuscite sarete fieri di voi stessi!! Se siete eccessivamente timorosi, aiutatevi con una spatola, l’importante è che la crêpe non si rompa!

Appena la crêpe sarà dorata, quindi cotta, spegnete il fornello e farcitela lasciandola in padella: stendete una fetta di prosciutto cotto e sopra le verdure, occupando solo una metà, perchè l’altra andrà ripiegata sulle verdure per chiudere a mezza luna la crépe.

Impiattate tagliando a metà la crêpe per il lato corto, io l’ho accompagnata con pecorino a media stagionatura e una seconda fetta di prosciutto. Più lungo a dirsi che a farsi, ve lo assicuro!

Vi dico la mia…

Il tipo di latte di avena che userete inciderà molto sul gusto finale della crêpe: io ho usato quello biologico Conad, piuttosto dolce, ma talvolta uso anche il Vital Nature, che invece ha un sapore più netro.

Vi consiglio questo piatto per pranzo, eventualmente cucinate le verdure intere (cioè 1 broccolo, 1 bella melanzana e 1 porro) così potrete usare ciò che resta per condire la pasta il giorno dopo oppure come contorno la sera per cena!